Persone fragili o allettate: consigli per affrontare il caldo
Condividi su:

L’estate è il periodo dell’anno in cui anziani e persone allettate si trovano a fare i conti con le alte temperature e l’aumento dell’umidità. Va da sé che, tali persone debbano affrontare, oltre le problematiche relative alla malattia, anche quelle legate alla stagione estiva: disidratazione, spossatezza, debolezza, abbassamento della pressione ed in alcuni casi il peggioramento dei sintomi della malattia stessa.

Alla luce di quanto detto, è importante prendere delle precauzioni utili ad affrontare gli effetti negativi che l’aumento delle temperature porta con sé.

Strategie per affrontare al meglio il caldo

Vediamo dunque quali sono i migliori rimedi e le strategie utili per affrontare al meglio il caldo estivo.

Consigli alimentari

In cima alla lista resta sempre la buona abitudine di bere molta acqua, almeno 1 litro e mezzo al giorno. Bere frequentemente acqua fresca durante il giorno, riduce il rischio di disidratazione provocato dalla perdita di liquidi e sali minerali che il calore provoca. Ulteriore consiglio è quello di evitare caffeina, teina, bevande zuccherate e gassate o alcolici.
Se si ha difficoltà a far bere la persona allettata si può sostituire l’acqua offrendole della frutta fuori pasto.

In campo alimentare il consiglio è quello di scegliere alimenti ricchi di fibre, estremamente utili all’apparato digerente. Alimenti come riso, frutta, verdura sono tra i più consigliati, per le persone golose o in cerca di refrigerio un gelato alla frutta è l’ideale. Evitare alimenti piccanti, grassi o pesanti. Al loro posto meglio scegliere pasti leggeri e nutritivi. È consigliato inoltre la verifica del peso e del colore delle urine ogni settimana.

Consigli per mantenere fresco il corpo

Bagnare il corpo frequentemente durante la giornata con acqua fresca con docce, bagni o spugnature è importante per mantenere una corretta temperatura corporea e la circolazione sanguigna. Laddove non ci sia la possibilità di effettuare docce o bagni, la soluzione può essere quella di svolgere spugnature o impacchi freddi con panni in cotone su polsi e inguine, o la nebulizzazione di acqua su volto e altre parti del corpo.

Un altro rimedio contro il caldo ce la può offrire il mercato, con indumenti refrigeranti come polsiere, gillet e canotte, utili in caso di eccessiva sudorazione alla schiena in sedia a rotelle.
Accertarsi inoltre che le persone anziane non siano troppo coperte. Data l’abitudine di molti anziani di vestirsi a strati è utile far capire loro l’importanza di far traspirare la pelle ed evitare l’eccessiva sudorazione.

Potrebbe interessarti: Guida pratica alle persone allettate

Consigli sui luoghi in cui si soggiorna

Anche l’ambiente in cui si soggiorna necessita di attenzioni particolari nel periodo estivo. Frequentare ambienti freschi e arieggiati aiuta sicuramente le persone allettate o anziane. Altra strategia è quella di lasciar chiuse le finestre nelle ore più calde, in maniera tale da non far entrare il calore, aprendole nelle ore serali, di norma più fresche. L’utilizzo di condizionatori e ventilatori è utile, a patto che siano utilizzati in modo responsabile. Occhio quindi agli sbalzi di temperature e all’esposizione diretta e prolungata.

Come riconoscere i sintomi di disidratazione?

Inizialmente i  sintomi possono essere  stanchezza, sonnolenza, irritabilità o confusione mentale. La fase successiva manifesta potensione arteriosa, vertigini, crampi muscolari, riduzione dell’elasticità della cute, secchezza delle mucose e forte riduzione della quantità di urine.  Quando queste situazioni si manifestano è importante, per chi assiste la persona allettata o l’anziano, a contattare immediatamente il medico.

Da qui l’ultimo ed importantissimo consiglio valido per tutti i periodi dell’anno: non lasciare sole le persone anziane o malate.
La presenza di una persona che lo assista è importante per allontanare la sensazione di abbandono e prevenire complicanze.

Leggi anche: Caregiver, chi si occupa degli ammalati nelle famiglie italiane?

Se necessiti di un consulto medico domiciliare, esami diagnostici o assistenza infermieristica, non esitare a contattarci. Il nostro impegno è prendersi cura di voi.

 

Condividi su: