Condividi su:

disturbi dell'attenzione, psicologo disturbi apprendimento, DSA, neuropsicologia

La neuropsicologia è la scienza che studia le funzioni cognitive dell’uomo, come si sviluppano nel corso della vita e le disfunzioni delle stesse conseguenti a danni congeniti o acquisiti del sistema nervoso centrale. Grazie alla neuropsicologia siamo stati in grado di conoscere e spiegare il funzionamento della mente umana, localizzando in precise zone cerebrali funzioni specifiche, processi e comportamenti. Ciò ha permesso di poter effettuare diagnosi ed elaborare programmi di riabilitazione per recuperare e sostenere le principali capacità cognitive complesse: memoria, attenzione, percezione, ragionamento logico, linguaggio, abilità prassiche, funzioni esecutive e abilità visuo-spaziali. Con gli ultimi studi neuropsicologici è stato definito il concetto di plasticità cerebrale che ha sostituito l’idea dell’immutabilità del cervello umano. La caratteristica della plasticità permette al cervello di rigenerare le cellule nervose e l’adattamento a funzioni diverse in base alle esperienze di vita, alle necessità e in seguito a lesioni o danni cerebrali.

Il Trattamento neuropsicologico

Il Trattamento neuropsicologico comprende l’insieme delle attività per il potenziamento e il recupero delle abilità cognitive, o per rallentarne la perdita. In base alla valutazione neuropsicologica e logopedica viene formulato un piano di trattamento specifico per le difficoltà della persona, evidenziando anche i punti di forza. Il trattamento neuropsicologico viene raccomandato per le seguenti patologie o difficoltà:

  • dislessia e altri disturbi specifici dell’apprendimento (DSA)
  • disturbi dell’attenzione
  • deficit cognitivi conseguenti a danni cerebrali (ictus, traumi cranici, tumori cerebrali, abuso di sostanze)
  • decadimento cognitivo dovuto a demenza (come l’Alzheimer)
  • declino cognitivo conseguente al normale invecchiamento

Gli strumenti di cui si avvale sono i test standardizzati, che valutano funzioni cognitive e aspetti comportamentali, i colloqui clinici e gli esami medici per la localizzazione cerebrale di lesioni o aree attivate in determinate circostanze (TAC, RMN, fMRI, SPECT, PET, CBF), per studiare l’attività elettrica del cervello (EEG, MEG), o per la manipolazione temporanea dell’attività cerebrale a fini di ricerca (TMS).


I distrurbi dell’età evolutiva

psicologo età evolutiva roma, psicologo disturbi cognitivi roma, psicologo per DSA Roma, età evolutiva
Neuropsicologia e età evolutiva

Quando si parla di Età Evolutiva facciamo riferimento al periodo di vita che va dalla nascita fino all’adolescenza (12 anni) e che si suddivide a sua volta in prima infanzia, seconda infanzia e fanciullezza. Sono anni caratterizzati da numerosi cambiamenti su diversi livelli: fisico, cognitivo, affettivo e comportamentale. Nel corso delle esperienze e dei cambiamenti che il bambino o l’adolescente vive, possono esserci delle difficoltà che se inespresse, non capite o non affrontate possono determinare disturbi emotivi e comportamentali. E’ dunque importante prestare a attenzione a tutti i campanelli d’allarme e cogliere eventuali segni di difficoltà che si presentano, al fine di prevenire la strutturazione di una patologia o di un disturbo più importante.
Alcuni segnali possono essere, ad esempio, una riduzione del peso corporeo, un declino nel rendimento scolastico, una difficoltà nelle relazioni sociali, un comportamento oppositivo e provocatorio, episodi di enuresi.  L’intervento psicologico in età evolutiva diventa importante e ed è utile sia in presenza di difficoltà limitate, puramente a scopo di prevenzione e sostegno, sia in caso di disturbo conclamato, sotto forma di trattamento psicologico o in associazione a un trattamento neuropsicologico. I disturbi dell’età evolutiva si suddividono come di seguito:

Disturbi comportamentali
disturbo da deficit di attenzione ed iperattività (ADHD)
disturbo oppositivo provocatorio
disturbo della condotta
disturbo da Tic
Disturbi emozionali
disturbi d’ansia
fobia scolare
mutismo selettivo
depressione infantile e adolescenziale
Disturbi della comunicazione
disturbo espressivo del linguaggio
disturbi fonatori
balbuzie
mutismo selettivo
Disturbi specifici dell’apprendimento
dislessia
discalculia
disgrafia – disortografia
Disordini delle capacità motorie
disturbo dello sviluppo della coordinazione
Disturbi generalizzati dello Sviluppo
ritardo mentale
disturbi autistici
disturbi asperger
Disturbi dell’evacuazione
enuresi
encopresi
Disturbi delle nutrizione e dell’alimentazione
disturbo di ruminazione
rifiuto del cibo
anoressia nervosa
bulimia nervosa
pica (assunzione di sostanze non alimentari, solitamente associato a disturbi pervasivi o ritardo mentale)

Il nostro servizio di Psicologia domiciliare è sempre a vostra disposizione. Per maggiori informazioni o prenotare un incontro con i nostri psicologi, potete contattarci al numero 06.2072322  o, in alternativa, tramite chiamata, SMS o WhatsApp, al numero: 3470654149.

Tramite E-mail all’indirizzo di posta elettronica: info@medicinaadomicilio.it.

Medicina a Domicilio, veniamo a prenderci cura di te!

Condividi su: